In linea da: 09/06/2016

Invito a una passeggiata ciclo-pedonale. 25 giugno 2016

di sAm

storiAmestre, insieme all’associazione culturale “I Sette Nani”, invita alla passeggiata ciclo-pedonale intitolata Percorrere il flumen de Mestre: sogno o realtà, nell’ambito delle iniziative di “Cipressina in festa 2016” e del Contratto di fiume Marzenego-Osellino.

Ritrovo sabato 25 giugno 2016 alle 10,15 al parco Hayez (Cipressina, Mestre), per un’escursione dal Marzenego a villa Barbarich e Forte Gazzera. Farà da guida Giorgio Sarto (storiAmestre).

Adesioni presso il chiosco del parco Hayez. Per ulteriori informazioni contattare Carla al numero 333 6497231.

Per scaricare la locandina con la mappa del percorso, cliccare qui.

NOTA. La passeggiata era stata programmata in un primo tempo per sabato 11 giugno; ma le pessime previsioni meteo hanno consigliato di posticipare  a sabato 25 giugno, confidando nel bel tempo.

In linea da: 10/06/2015

Come si diventa mestrini? Discorso di antropologia urbana

di Claudio Pasqual

Pubblichiamo il testo della relazione tenuta dal nostro amico e socio Claudio Pasqual all’incontro di studi Uno sguardo psicoanalitico. La città di Mestre negli anni ’50 e ’60, che si è tenuto l’8 maggio scorso presso il Centro culturale Santa Maria delle Grazie di Mestre.

1. Avendo accolto l’invito a essere fra i relatori in un incontro dal titolo tanto insolito e originale, “Uno sguardo psicanalitico. La città di Mestre negli anni ’50-’60”, allo storico trovo che sia richiesto di cimentarsi su un terreno che non è propriamente il suo, vale a dire quello dell’antropologia urbana. Da qui il rischio di schematizzazioni e approssimazioni, per le quali mi scuso anticipatamente.

Quello che mi propongo di fare è gettare uno sguardo su una collettività cittadina che si verrà, dagli anni Cinquanta-Sessanta, lentamente costruendo, sui percorsi di integrazione sociale di una numerosa popolazione di nuovo insediamento, dal particolare angolo visuale degli atteggiamenti mentali, delle psicologie individuali e collettive, da cui conseguono scelte e comportamenti diffusi e osservabili.

Continua a leggere Come si diventa mestrini? Discorso di antropologia urbana