In linea da: 09/03/2011

I tris-nipoti raccontano. Un itinerario didattico per i 150 anni dall’Unità d’Italia

Pubblichiamo il programma definitivo degli incontri a cura di Itinerari didattici del Comune di Venezia e storiAmestre, già annunciati nel messaggio presidenziale di fine 2010. Appuntamento nei giorni 22 e 28 marzo e 7 aprile, presso la Sala Consiliare del Municipio di Mestre, dalle ore 16,30 alle ore 18,30.

storiAmestre e Itinerari didattici del Comune di Venezia

150 ANNI DALL’UNITÀ. I TRIS-NIPOTI RACCONTANO

Laboratori didattici a cura di Piero Brunello e Luca Pes

Tutti gli incontri si terranno nella Sala Consiliare del Municipio di Mestre, dalle ore 16,30 alle ore 18,30

Per visualizzare e scaricare il manifesto, cliccare qui.

Per visualizzare e scaricare l’invito, cliccare qui.

Martedì 22 marzo 2011

Presentazione dell’Itinerario (Piero Brunello e Luca Pes, sAm)

Coordina Valeria Frigo (Itinerari Educativi)

AGGIORNARE IL RACCONTO

Il Risorgimento nel contesto globale (Luca Pes, sAm-Venice International University)

Raccontare il Risorgimento a italiani, cittadini europei (Stuart Woolf, Università Ca’ Foscari)

Come spiegare il Risorgimento ai cinesi in Italia? (Guido Samarani, Università Ca’ Foscari)

 

Lunedì 28 marzo 2011

LA CONDIVISIONE MANCATA

Usi politici del Risorgimento (Piero Brunello, sAm-Università Ca’ Foscari)

Risorgimento democratico e repubblicano (Simon Levis Sullam, Università Ca’ Foscari)

Altri modi di vedere. Borbonici, leghisti e ultracattolici (Luca Pes, sAm-Venice International University)

 

Giovedì 7 aprile 2011

ALCUNE DATE DA RICORDARE

Venezia, 22 marzo 1848 (Piero Brunello, sAm-Università Ca’ Foscari)

Roma, 20 settembre 1870 (Giovanni Levi, Università Ca’ Foscari)

Adua, 1 marzo 1896 (Laura Cerasi, Università di Genova)

1 commento per I tris-nipoti raccontano. Un itinerario didattico per i 150 anni dall’Unità d’Italia

  • Giuliana Bertacchi

    Dalla periferia della Repubblica, nel duplice senso, quello storico e quello attuale (come sapete, spesso la periferia è ancor peggio del centro, e qui in Lombardia non c’è molto da invidiare alla situazione romana, anzi: Arcore è in Lombardia…), un apprezzamento sincero per il bel programma del 150° e un altrettanto sincero sentimento di invidia per chi abita a Mestre e dintorni e può partecipare di persona, cosa che a me è impossibile fare.

Lascia un commento