In linea da: 25/06/2014

Avvisi per i posteri. Dalla Prima guerra mondiale. 9

di Marco Toscano

Nono appuntamento con le letture del nostro amico Marco Toscano intorno alla prima guerra mondiale, e alla guerra in generale.

Cari di storiAmestre,

nella scheda dedicata a Helena M. Swanwick ho ricordato, tra quanti si impegnarono nell’Union of Democratic Control, Leonard Woolf. Ed è a sua moglie Virginia, che dal marito prese il cognome, che dedico questa scheda. Come accadde alla sua generazione, Virginia Woolf (1882-1941) rifletté tutta la vita su come contrastare i motivi che avevano portato alla guerra e impedirne di nuove. Nel 1914 aveva trentadue anni, viveva a Londra ed era inserita in un circolo di intellettuali obiettori di coscienza o comunque contrari all’entrata in guerra dell’Inghilterra. 

Vent’anni dopo (si era nel 1936-37) il segretario di un’associazione antifascista le chiese di fare qualcosa per prevenire la guerra, e lei, come si sa, rispose con un libro dal titolo Le tre ghinee, in cui si chiedeva come evitare che gli uomini vedessero nella guerra “una fonte di felicità e di esaltazione”, “uno sbocco per le virtù virili senza

Continua a leggere Avvisi per i posteri. Dalla Prima guerra mondiale. 9