In linea da: 24/09/2014

Il nostro conforto era bestemmiare. Da “Terra matta” di Vincenzo Rabito

di Davide Zotto

Il nostro amico Davide Zotto ci manda un’altra sua lettura centrata sul tema prima guerra mondiale.

Questa volta vi presento alcune pagine dedicate alla prima guerra mondiale che si trovano nella lunga autobiografia di Vicenzo Rabito, pubblicata nel 2007 da Einaudi sotto il titolo Terra matta. È un libro che ha avuto un discreto successo, e di cui si è parlato molto per la sua originalità. Rabito, nato nel 1899 a Chiaramonte Gulfi (Sicilia), scrisse le vicende della sua vita, dalla nascita fino al 1970, in 1027 pagine dattiloscritte tra il 1968 e il 1975. Rabito morì nel 1981 e nel 1999 il figlio Giovanni propose e quindi consegnò il testo all’Archivio diaristico nazionale di Pieve Santo Stefano, che lo insignì del premio Pieve-Banca Toscana nel 2000.

Continua a leggere Il nostro conforto era bestemmiare. Da “Terra matta” di Vincenzo Rabito