In linea da: 17/05/2011

La Venezia di Collodi

di Giacomo Corazzol, illustrazioni di Rosario Morra

I nostri amici Giacomo Corazzol e Rosario Morra ci fanno un regalo. A marzo è stato stampato, a cura di Gianni Biolcati, un opuscolo con le pagine che Carlo Collodi dedicò a Venezia nel suo “Viaggio per l’Italia di Giannettino” (I, 1880). Per loro gentile concessione, pubblichiamo qui di seguito la prefazione di Giacomo Corazzol, illustrata da alcune tavole di Rosario Morra.

 

I think there is a fatality in it—I seldom go to the place I set out for. Laurence Sterne, A Sentimental Journey

1. In varie forme e con diversi intenti, l’espediente narrativo del viaggio attraversa l’intera produzione letteraria di Carlo Lorenzini (1826-1890) – a partire dal 1856 più noto al pubblico come Carlo Collodi. L’ammirazione del Lorenzini nonché di tanti altri letterati italiani dell’Ottocento per Sterne e, in particolar modo, per il suo A sentimental journey, è risaputa.

 

Continua a leggere La Venezia di Collodi

In linea da: 03/12/2008

«Tradurre» dal veneto antico all’italiano moderno. Lettera al direttore di un contribuente perplesso

di Gigi Corazzol

Gigi Corazzol recensisce, sotto forma di lettera al direttore, l’edizione dell’Itinerario per la terraferma veneta nel 1483 di Marin Sanuto, a cura di Roberto Bruni-Luisa Bellini, supervisione di Marco Pasa, collaborazione di Aldo Ridolfi-Roberto Longhin, Padova, Cleup, 2008. Oltre all’autore, che ci ha messo a disposizione il suo testo, ringraziamo Rosario Morra e Walter Pilotto, che hanno preparato un’edizione a stampa, in forma di opuscolo, disponibile in un numero limitato di copie a Feltre, presso le librerie Agorà e Pilotto. Ringraziamo Rosario Morra anche per averci messo a disposizione due sue illustrazioni.

Avvertenza

Le convenzioni retoriche che autorizzano a scrivere a inesistenti direttori di riviste inesistenti sono più che polverose. A qual fine sgrullarle? per amore del tono colloquiale? per nostalgia di conversazioni?1

a Claudio Donati

Continua a leggere «Tradurre» dal veneto antico all’italiano moderno. Lettera al direttore di un contribuente perplesso

In linea da: 03/03/2008

Il motorino fa una sosta a Feltre. Presentazione del Quaderno di Gigi Corazzol (aprile 2007)

a cura di redazione sito sAm

Si presentano qui di seguito gli interventi di Valter Deon, Reinhold Mueller, Ferruccio Vendramini, Pietro De Marchi, Matteo Melchiorre alla presentazione di Pensieri da un motorino. Diciassette variazioni di storia popolare, «Quaderni di storiAmestre», 6 (2006), che si è tenuta a Feltre, presso la Sala degli Stemmi del Comune di Feltre sabato 21 aprile 2007. Si ringraziano la direzione e la redazione della rivista «El Campanón», che ci hanno messo a disposizione i testi pubblicati nel numero del giugno 2007.

Pensieri da un motorino, di Valter Deon

Il titolo del libro dà subito un’idea di leggerezza, ed è fortemente iconico. Ma il sottotitolo richiama agli oggetti di tali pensieri. Sono 17 variazioni di storia popolare, pensieri sul vivere e del vivere, suggeriti certo dallo studio e dalla professione di Gigi Corazzol, ma legati alla vita, agli interessi quotidiani, alle vicende civili e culturali. Del libro parleranno con libertà gli amici che generosamente sono intervenuti. Raccoglie scritti vari dal

Continua a leggere Il motorino fa una sosta a Feltre. Presentazione del Quaderno di Gigi Corazzol (aprile 2007)

In linea da: 27/12/2006

6. Pensieri da un motorino

Diciassette variazioni di storia popolare

di Gigi Corazzol, con illustrazioni di Rosario Morra

inverno 2006, 144 pp., 10 euro

Gigi Corazzol è nato (1945) e ha studiato a Milano. Ha lavorato come insegnante a Pedavena, Arsiè, Padova, Trieste, Venezia. Ha scritto libri di storia veneta di vario argomento (prevalentemente economico). Walter e Silvana Pilotto, di Feltre, sono gli editori con cui si è trovato meglio. Risoltosi alla pensione per fragilità di carattere (2005), ha lasciato Mestre dopo venticinque anni di residenza continuativa, per trasferirsi a Pedavena (Belluno) poiché in quel paese, grazie a meccaniche ereditarie, dispone di un piccolo orto-giardino che coltiva in maniera più filosofica che competente. Il motorino del titolo, ora come ora, è un Piaggio Liberty rosso di 49 cc. Domani (o un altro giorno) si vedrà.

Rosario Morra è nato a Frignano (Caserta) nel 1953, vive e lavora a Venezia Mestre. A Venezia è stato allievo di Luigi Tito alla Scuola libera del nudo ed ha frequentato l’Accademia di Belle Arti al corso

Continua a leggere 6. Pensieri da un motorino