In linea da: 17/07/2014

Avvisi per i posteri. Dalla Prima guerra mondiale. 13

di Marco Toscano

Nuovo appuntamento con le letture del nostro amico Marco Toscano intorno alla prima guerra mondiale, e alla guerra in generale.

Cari di storiAmestre, 

non conosco racconti della mobilitazione dell’estate 1914 in Europa paragonabili per forza narrativa alle pagine che vi dedicò Józef Wittlin (1896-1976) nel romanzo Il sale della terra

“I corpi, le divisioni, le brigate e i reggimenti hanno già preso forma. Nella prima compagnia di ciascun reggimento gli alfieri portano le bandiere. Giganteschi cortei mascherati attendono ubbidienti il comando di coloro che menano la danza. Solo in faccia non portano maschere. Tanto, ormai, le facce non hanno nessuna importanza. Oggi hanno valore soltanto i tronchi, le membra e il tipo di stellette e bottoni cuciti sull’essere umano. I bottoni! Soprattutto i bottoni devono essere in ordine. E comunque verrà anche il tempo delle maschere. Antigas.

I soldati dell’esercito imperiale e regio, come vuole l’antica tradizione, hanno fissato sui cappelli rametti di foglie di rovere. […]

Partiti. Sono partiti gli uomini, sono partiti i cavalli, gli asini, i muli,

Continua a leggere Avvisi per i posteri. Dalla Prima guerra mondiale. 13