In linea da: 23/07/2014

Avvisi per i posteri. Dalla Prima guerra mondiale. 14

di Marco Toscano

Nuovo appuntamento con le letture del nostro amico Marco Toscano intorno alla prima guerra mondiale, e alla guerra in generale.

Cari di storiAmestre,

nell’estate 1917 uscì a Zurigo un libro anonimo dal titolo Menschen in Krieg (Uomini in guerra). Romain Rolland scrisse nel suo diario che si trattava di una raccolta di racconti “legati l’uno all’altro solo dal comune orrore della guerra”, stupendosi che autori di una requisitoria così radicale contro governi, comandi militari e fabbricanti d’armi fossero non soldati semplici ma ufficiali, com’erano i protagonisti del libro. L’autore, Andreas Latzko (1876-1943), ebreo ungherese, quarant’anni, aveva combattuto come primo tenente nel fronte italiano sull’Isonzo. Ricoverato in ospedale otto mesi per shock da combattimento, alla fine del 1916 aveva potuto raggiungere la Svizzera, dove aveva scritto il libro. Nel settembre 1918 andò a fare visita a Rolland, che lo descrisse nel diario come “un piccolo ebreo debole, magrissimo, un po’ contorto, con un lungo viso olivastro, un lungo naso da rabbino”. Alle domande di Rolland che chiedeva come fosse stato ferito, Latzko raccontò di aver avuto in realtà “una violenta scossa nervosa”. Tutto

Continua a leggere Avvisi per i posteri. Dalla Prima guerra mondiale. 14