In linea da: 05/02/2017

Marzenego fiume metropolitano. Un incontro il 14 febbraio 2017

di sAm

storiAmestre con l’Università IUAV di Venezia e il Consorzio di bonifica acque risorgive organizza l’incontro Marzenego fiume metropolitano. Indagini e proposte a partire dal Contratto di Fiume Marzenego-Osellino.

Martedì 14 febbraio 2017, ore 17,00, Centro Culturale Candiani (sala seminariale, 1° piano)

Interverranno i nostri soci Giorgio Sarto e Mario Tonello. Nel corso del pomeriggio saranno presentate:

– proposte per riscoprire i piccoli corsi legati al fiume e ripensare lo spazio pubblico a partire dalla trama delle acque;

– un progetto pilota sulle valenze ambientali del Marzenego.

Qui di seguito il programma completo. Per visualizzare/scaricare la locandina, cliccare qui.

Introduce e coordina Giorgio Sarto (storiAmestre)

Maria Chiara Tosi e Cristina Renzoni (IUAV, Venezia), Marzenego fiume metropolitano. Scenari di riciclo territoriale

Paolo Cornelio (Consorzio di bonifica Acque Risorgive), Una mappa delle valenze ambientali del bacino del Marzenego. L’idea di un primo progetto pilota

Mario Tonello (storiAmestre), “Ridiamo il nome ai fossi”. Visibilità e riconoscibilità del reticolo idrografico

Sono invitati a partecipare la Città metropolitana, i Comuni del bacino, associazioni, cittadini.

1 commento per Marzenego fiume metropolitano. Un incontro il 14 febbraio 2017

  • alessandro voltolina

    cara storiAmestre, seguo il bellissimo lavoro sul Marzenego di Mario, Giovanna, Giorgio… bene, anzi benone, su tutto, ma… la ricerca delle molteplici e controverse genitorialità territoriali del nostro fiume mi pare abbia un versante torquemadesco che, se non preoccupa, fa sorridere. Rumegar troppo tra canalette, rivoli, pozze, scoli… toglie al Marzenego ogni riservatezza circa le sue origini che, al pari dell’andare a scavare a tutti i costi in cerca delle “radici”, rischia di generare imbarazzanti scoperte e di provocare traumi irreversibili al sicuro vegetare della pianta. Dio non voglia poi che, una volta risolto il “casus”, non si debba vedere alzata al cielo l’ampolla contenente il virgineo liquido delle origini. Fatemi capire dove sbaglio. un abbraccio alessandro voltolina

Lascia un commento