In linea da: 22/12/2010

Il “tradizionale messaggio di fine anno”

di Luca Pes

Il presidente in carica di storiAmestre, a causa di impegni di lavoro, non ha potuto partecipare al tradizionale brindisi di fine anno di sAm, che si è tenuto il 14 dicembre 2010 presso il Centro di Documentazione della Città Contemporanea, al termine dell’ultimo seminario per il 2010 del laboratorio "Acque alte a Mestre e dintorni". Luca Pes ha tuttavia inviato un tradizionale messaggio di fine anno che, come da tradizione, oltre a presentare un breve bilancio e a porgere sentiti auguri, dispiega le prospettive per l’anno nuovo. Lo proponiamo qui di seguito.

Cari soci, socie e amici, amiche di storiAmestre,

oggi c’è il tradizionale brindisi di auguri e io non ci sarò. Mi scuso molto, sono preso da impegni di lavoro che non posso disdire. Ma ci sarò in spirito e con questa lettera. È una bella idea festeggiare alla chiusura di questa tornata di seminari sulle acque alte: un’iniziativa così importante per la città, il centro e l’associazione tutta. Vorrei ringraziare moltissimo a nome di storiAmestre tutti quelli che l’hanno resa possibile.

Fabio Brusò vi racconterà cosa l’associazione ha fatto da settembre a oggi. Io vorrei solo accennare a cosa bolle in pentola per dopo le vacanze.

La prima proposta è quella di tenere l’Assemblea annuale dei soci in via Ciardi l’11 gennaio 2011 alle 17,00. Dobbiamo fare le cose previste dal nuovo statuto: nominare i probiviri e votare il bilancio per l’anno solare. Poi dobbiamo proseguire la discussione sulle questioni organizzative dell’associazione come promesso nell’ultima riunione.

La seconda cosa è l’iniziativa pubblica portata avanti da me e Piero a nome dell’associazione sul 150esimo anniversario dell’Unità d’Italia, in collaborazione con Itinerari educativi. Si tratta di tre laboratori: abbiamo già le date, i relatori e i titoli delle relazioni. Il titolo complessivo sarà 150 anni dall’Unità. I tris-nipoti raccontano. L’idea è quella di tentare di rivedere il racconto risorgimentale con gli occhi di oggi. I laboratori sono previsti per marzo-aprile 2011, non sappiamo ancora in quale sede, vi terremo informati.

La terza e, per ora, ultima cosa è un seminario di mezza giornata che dovrà discutere un testo del 1989 del pensatore inglese  Colin Ward (scomparso proprio nel 2010), intitolato A Few Italian Lessons (Alcune lezioni dall’Italia). Si tratta della continuazione dei nostri interessi sul tema del lavoro e si potrebbe tenere nel maggio 2011. Alcuni di voi già lo conoscono ed esiste già una traduzione dall’inglese di Giulia Brunello. Ne parleremo meglio all’assemblea.

Naturalmente se qualcuno ha altre proposte sono più che benvenute. Intanto cin-cin e auguroni a tutti di buone feste e radioso anno nuovo.

Luca Pes

PS. Qui di seguito il programma del ciclo 150 anni dall’Unità. I tris-nipoti raccontano

 

storiAmestre – Itinerari didattici del Comune di Venezia

150 ANNI DALL’UNITÀ. I TRIS-NIPOTI RACCONTANO

Laboratori didattici a cura di Piero Brunello e Luca Pes

 

Primo laboratorio: aggiornare il racconto – martedì 22 marzo 2011, ore 17,00

Il Risorgimento nel contesto globale (Luca Pes, Venice International University)

Raccontare il Risorgimento a italiani, cittadini europei (Stuart Woolf, Università Ca’ Foscari)

Come spiegare il Risorgimento ai cinesi in Italia? (Guido Samarani, Università Ca’ Foscari)

 

Secondo laboratorio: la condivisione mancata – lunedì 28 marzo 2011, ore 17,00

Usi politici del risorgimento (Piero Brunello, Università Ca’ Foscari)

Risorgimento democratico e repubblicano (Simon Levis Sullam, University of Oxford)

Altri modi di vedere. Borbonici, leghisti e ultracattolici (Luca Pes, Venice International University)

 

Terzo incontro: alcune date da ricordare – giovedì 7 aprile 2011, ore 17,00

Venezia, 22 marzo 1848 (Piero Brunello, Università Ca’ Foscari)

Roma, 20 settembre 1870 (Giovanni Levi, Università Ca’ Foscari)

Adua, 1 marzo 1896 (Laura Cerasi, Università di Genova)

Lascia un commento